Home ı Bere naturale ı Caratteristiche ı La sfida ı Corredo ı Contatti
Corredo

I CALICI

Prosé propone per la degustazione l'uso di specifici calici a coppa i quali al meglio favoriscono il contatto con l'aria del vino. In questo modo si dissolvono i sapori del lievito ed emergono le pregiate sfumature del vino: profumo di crosta di pane con note di frutta fresca e fiori. Questa forma di mescita renderà inoltre possibile ammirare il perlage soffice e vivace di Prosé.

I SOTTOBICCHIERI

I sottobicchieri costituiscono un richiamo all’antico, a sottolineare l’antica tradizione di vinificazione cui si ispira.

LA CARAFFA

L'apposita caraffa nella quale Prosé deve essere travasato, è realizzata in doppio vetro per poter mantenere il vino alla giusta temperatura di servizio (8-10° C) per circa un'ora e per poterlo degustare nel migliore dei modi anche nel corso di un convivio.

INDICAZIONI PER LA CORRETTA MESCITA

Prosé prima della mescita nel bicchiere, dovrà essere travasato lentamente nell'apposita caraffa, facendo attenzione di interrompere l'azione di travaso nella fase finale in modo da trattenere nella bottiglia il residuo di fermentazione che si vedrà chiaramente avanzare dal fondo della bottiglia man mano che la si inclina per la caraffatura.

Il residuo della fermentazione potrà essere a sua volta versato in un calice separato, dapprima per poter apprezzare l'estrema brillantezza e trasparenza del vino, in un secondo momento per poterlo utilizzare in arte culinaria dove riesce a conferire una delicatissima sfumatura di sapore a molti piatti.

Il residuo della fermentazione non è in alcun modo nocivo e consiste invece in un ricco concentrato di enzimi che può essere bevuto ed apprezzato in particolar modo dagli appassionati del sapore di lievito.